Autodesk Inventor 2023 Novità

Autodesk Inventor 2023 Novità

Autodesk Inventor 2023: novità su principali funzionalità e miglioramenti apportati all’ultima release di Inventor Professional, raccontate dal nostro Application Engineer Alessandro Quadrio.

Modellazione delle parti

Grazie al nuovo comandomarcatura” è possibile contrassegnare un testo o una geometria di schizzo per creare contenuti che rappresentino un’incisione laser passante o un’incisione laser superficiale.

Il risultato ottenuto è visibile ed esportabile anche nel modello appiattito se questo comando è stato utilizzato nell’ambiente lamiera.

È possibile definire stili personalizzati sia per quanto riguarda la marcatura superficiale che per la marcatura passante, direttamente nell’editor degli stili.

All’interno dell’ambiente lamiera, selezionando il comandocontorno flangia” ora è possibile creare un’estrusione asimmetrica.

Quando vogliamo esportare un nostro modello piatto, ora possiamo scegliere la sostituzione della spline con un’approssimazione lineare oppure con un’approssimazione ad arco. Così facendo possiamo avere più controllo nella nostra geometria esportata in formato DXF.

Inoltre, è possibile impostare il valore di tolleranza direttamente dentro il comando di lavorazione, appunto nella voce “distanza”. Questo tipo di comando è disponibile anche per le lavorazioni dei raccordi.

Assiemi

Nella versione 2023 è stata introdotta una nuova opzione nella distinta base che consente di controllare la visibilità di quantità zero e la quantità del numero di articoli.

I componenti soppressi negli stati modello vengono visualizzati come “zero compiti” nella distinta base e influiscono sul numero degli articoli.

Facendo clic su “Impostazioni BOM” si può: abilitare o disabilitare, nascondere componenti soppressi nella distinta base o rinumerare gli elementi in sequenza.

I parametri di tolleranza presenti nelle parti sono ora visibili anche nel file Excel che comanda la creazione degli stati modello. Questo permette di creare nuovi stati modello e confermare o differenziare i valori impostati utilizzando le funzionalità del foglio di calcolo.

Annotazioni e Messa in Tavola

Ora è possibile modificare le proprietà del dettaglio, cambiando la forma del limitatore da circolare a rettangolare o anche la forma di ritaglio da frastagliata a levigata: basta cliccare col tasto destro in prossimità del dettaglio.

All’interno dell’annotazione 3D, nell’ambiente parte, è stato aggiunto un nuovo comando che si chiama “riferimento parziale” e serve a generare una nuova annotazione in cui possono essere inseriti riferimenti sulle superfici irregolari.

Il testo della direttrice 3D e 2D ora include anche iProperties standard e iProperties personalizzate. In precedenza, invece, nel testo della direttrice erano disponibili solo le proprietà della parte collegata.

Si possono inoltre riutilizzare le tabelle presenti nelle messe in tavola di un foglio semplicemente facendo un copia e incolla.

Interoperabilità con Fusion 360

Cavallo di battaglia di questa release è l’interoperabilità fra Inventor e Fusion 360.

I due software sono in grado di comunicare direttamente sia in ambiente assieme che in ambiente parte attivando la collaborazione su cloud di Fusion che aggiunge nuovi workflow molti utili e interessanti.

È stato infatti creato un menu dedicato da cui è possibile selezionare e accedere al Generative Design, alla Simulazione 3D, al CAM e anche alla Modellazione.

Quando si lavora con degli assiemi è possibile scegliere in diverse modalità i componenti da mandare a Fusion Team. Caricati i file potranno essere aperti direttamente in Fusion per utilizzare i suoi workflow, comprensivi, volendo, anche di ulteriori estensioni.

Con questo tipo di tecnologia basata sul cloud possiamo quindi aprire un nuovo workflow diretto agli stakeholder interni o esterni all’azienda.

Interoperabilità con Revit

È sempre più richiesta la collaborazione fra diverse aree e settori di applicazione e con la release Autodesk 2023 continua ad essere sviluppata l’interoperabilità fra Inventor e Revit, soprattutto quando si lavora con video e file.

Architetti e ingegneri non hanno bisogno dell’intero modello di assieme o di un modello pieno di dettagli che rischierebbe di essere troppo pesante.

Il nuovo workflow di condivisione dati semplifica agli utenti di Revit la condivisione di uno o più set di dati con gli utenti di Inventor.

Questa semplice connessione tra i due programmi permette di far lavorare diverse realtà in modo agevole mantenendo tutti i file aggiornati e condivisi.

Rivenditore Autodesk Italia per AutoCAD, Revit, BIM, Inventor, Vault, PDM/PLM

Per maggiori informazioni su Autodesk Inventor 2023 Contattaci:

Nel caso in cui tu sia un libero professionista o un privato puoi darne comunque specifica in questo campo
Sarai contattato solo in relazione a questa tua specifica richiesta: eventuali consensi opzionali saranno raccolti in un momento successivo.
Previous

Revit 2023: Novità sulle Strutture

Autodesk Flash Promo

Next

Click here to view all of our blog posts